· 

Vuoi un cucciolo di shikoku? Valutazione oggettiva.

Cucciolata di maki
Cucciolata di maki

Se stai valutando di prendere un cucciolo di shikoku ci sono alcuni accorgimenti da conoscere prima di decidere dove acquistare il vostro cucciolo.

In primo luogo quando vi interfacciate con l'allevatatore è bene chiedere quali esami sanitari sono stati fatti sui genitori della cucciolata.

La displasia di anche e gomiti, se grave può provocare forti dolori al cane tali da renderlo impossibilitato a camminare, nei casi più gravi occorrerà intervenire chilurgicamente per ridurre il dolore con osteotomia pelvica o l'inserimento di una protesi.

La displasia è multifattoriale ma ovviamente se i genitori sono esenti e se i fattori ambientali sono adatti ad una crescita sana del cucciolo non si incontrerà questa problematica.

Ecco quindi l'importanza del controllo pre accoppiamento su entrambi i genitori e a seguire, durante la crescita del cucciolo impedire grossi salti, l'uso frequente di scale, evitare obesità e fare delle lunghe passeggiate per aumentare la muscolatura del posteriore.

Essendo shikoku cani leggeri di media taglia, a meno di evidente dolore, qualora si riscontri la problematica da radiografie di controllo, non si deve mai intervenire, possono tranquillamente vivere la vita di tutti giorni, è però ovvio l'impossibilità di essere riprodotti, di eseguire agility e attività sportive cinofile in modo da non peggiorare la situazione e portare il cane ad avere dolore durante la camminata.

Di norma gli esami pre accoppiamenti, tali per cui escluderemo la variante genetica su questa patologia, sono letture ufficiali delle anche e gomiti, l'ufficialità viene rilasciata con questo certificato:

L'esenzione della displasia del ginocchio è rilasciata con un altro certificato sempre con il timbro della centrale di lettura, questo rilasciato non verrà riportato sul pedigree ma è buona norma,     anche se non obbligatorio, chiedere all'allevatore se sussiste anche questa esenzione, al momento non sono stati riscontrati esemplari con questa tara genetica per tanto non è cosi grave se i riproduttori non hanno anche questo controllo

Un altro esame molto importante è l'esenzione dall oculopatia ereditaria, ovvero tramite visita oculistica si valuta che non vi sia un ripiegamento del margine della palpebra verso la cornea, i cani affetti, solitamente presentano forte lacrimazione e un fastidio continuo tale da avere l'occhio semi chiuso. Essendo anche questa patologia multifattoriale, se dovuto a congiuntivite o traumi occorre trattarlo subito con farmaci per evitare lesioni cornee, in questo caso solitamente si risolve dopo la cura.

Se invece la causa è congenita il vostro shikoku dovrà essere operato una volta cresciuto.

 Essendo quindi anche una patologia erediataria, è bene assicurarsi che i genitori siano esenti. Il certificato rilasciato da oculista sovi è il seguente

Esistono alcuni laboratori che eseguono l'esame del dna che ricercano nei geni di un soggetto quei geni portatori di x patologie, ma lo shikoku, essendo una razza rara non ha uno studio genetico tale per cui si possa avere la certezza dei geni portatori di problematiche ereditarie e non.

I certificati sopra riportati sono quindi quanto si può fare per una corretta selezione sulla salute della razza al momento.

Oltre a questi Certificati è bene  che vi accertate circa il carattere dei genitori, lo shikoku deve essere un cane attivo, con una buona mescolanza di socievolezza e indipendenza, ergo un po' schivi o timidi ma non troppo.

Insomma detto in parole povere che riusciate quanto meno ad accarezzarli senza che questi tentino di staccarvi le dita o che fuggano con la coda tra le gambe.

Dal punto di vista morfologico lo shikoku è un cane che vi deve colpire... ha una bella presenza, con linee frontali lunghe, occhio triangolare, schiena forte e dritta, coda portata arricciata e fiera.

Gli esemplari con un frontale troppo corto non sono proprio l'Iliade shikokesca, perché tende a camminare con il naso incollato al pavimento e non è proprio un bel vedere, ma diciamo che nel complesso, a colpo d'occhio, vi deve risultare un esemplare ben bilanciato nella sua struttura generale.


Un fratello di maki classificato terzo miglior maschio in classe adulta al gran national in Giappone
Un fratello di maki classificato terzo miglior maschio in classe adulta al gran national in Giappone

Scrivi commento

Commenti: 0